Mercoledì 17 novembre, lo Slasher del Polo Digitale Marco Martignoniaccolto dal presidente della Celtic Andrea Scarabelli e dal dg Roberto Rinaldi, è stato ospite della società sportiva Celtic Cavriago per annunciare in conferenza stampa l’inizio di una collaborazione all’insegna dello sport e della formazione aziendale. 

Cos’hanno in comune le dinamiche d’impresa con quelle sportive?
Tutti i valori educativi utili a crescerecollaborare e allenare la determinazione e la resilienza per diventare forti in campo, professionisti in azienda, vincenti nella vita.   

Attraverso il progetto Polo Sport, in avvio già dalla fine dell’anno, daremo vita ad un’iniziativa che ci rende fieri di esserne motore e parte integrante, nata per amore dello sport e per offrire alle giovani leve del Celtic Pratina Cavriago la possibilità di vivere un’esperienza formativa aziendale al Polo, alla scoperta delle nuove tecnologie digitali e non solo.

Nella cornice del parco dello sport di Cavriago, Marco Martignoni, co-fondatore del Polo Digitale, insieme al presidente della Celtic Andrea Scarabelli e al dg Roberto Rinaldi.  

 

I punti cardine del programma verteranno su: 

  • Polo Match: un classico della convivialità sportiva, che vedrà coinvolti in un’amichevole a fine aprile 2022 i #digitanti del Polo e i juniores Celtic; 
  • Polo Open Day: giornate di orientamento al Polo Digitale, dedicate ai ragazzi in procinto di scegliere l’istituto superiore da frequentare e alle loro famiglie; 
  • Polo Camp: due giornate gratuite di training on the job e attività sportiva in struttura con posti limitati, previste per i ragazzi dai 16 ai 18 anni; 
  • Polo Stage: che darà l’opportunità di svolgere gli stage scolastici al Polo Digitale così da conoscere la nostra realtà, e poter capire se, in futuro, si vorrà far parte di uno dei nostri team di lavoro.  

Siamo orgogliosi di questo progetto”  spiega Scarabelli – probabilmente unico del suo genere nel panorama calcistico dilettantistico della nostra provincia. Un progetto che ci permette di coniugare sport e mondo del lavoro per permettere ai nostri ragazzi e alle loro famiglie di toccare con mano cosa significa affrontare i percorsi di digitalizzazione che sono ormai alla base della nostra quotidianità”.

Un’idea di formazione esperienziale nuova, che possa educare i giovani all’importanza del lavoro e del risultato di squadra come conseguenza di tenacia, costanza, sostegno reciproco e accettazione delle sconfitte come occasione di miglioramento.

Offriremo ai ragazzi della Celtic Cavriago– aggiunge Martignoni – un altro punto di vista per potersi misurare nelle imminenti scelte che li attendono. Abbiamo scelto di intensificare così i nostri investimenti sui giovani, dando continuità al nostro progetto di formazione Polo Academy che negli ultimi due anni ci ha permesso di inserire in organico venti ragazzi neo diplomati o neo laureati”.

Nello sport come nella vita, ad essere importante non è la competizione verso gli altri ma quella con se stessi. L’obiettivo del progetto Polo Sport è trasmettere proprio questo messaggio di crescita umana e professionale attraverso il piacere che solo del sano sport sa regalare.