Strategie efficaci per il marketing B2B

Con la trasformazione digitale ed i grandi cambiamenti che negli ultimi due anni hanno innescato la rapida ascesa dell’e-commerce, anche il marketing delle aziende B2B ha accolto l’innovazione in modo significativo e a ritmo sostenuto.   

Tuttavia, gli scenari socio-economici sono in continua evoluzione e per le aziende che vogliano restare al passo con il mercato la sfida diventa sempre più ardua, ma non impossibile.  

Sulla base dei dati attuali abbiamo raccolto una serie di consigli utili per una strategia di marketing B2B vincente, che la tua azienda farebbe bene ad abbracciare.  

 

1. Mobile-First al primo posto 

Il digital advertising su mobile continua ad essere centrale per il marketing B2B, non solo perché i professionisti si stanno adeguando al lavoro da remoto, ma anche perché il 70% dei buyer nel panorama B2B preferisce interazioni digitali con i propri fornitori.  

Cambiano le generazioni, cambiano i comportamenti. Infatti, con l’aumento del numero di millennial in ruoli decisionali è cresciuto anche il numero di acquirenti che desiderano un'esperienza senza venditore, con approcci meno personali e diretti. Per questo è fondamentale privilegiare strategie di digital marketing e contenuti mobile-friendly rispetto ad approcci offline e più tradizionali. 

 

2. La lead generation passa dai social media 

La generazione di lead di qualità è uno degli obiettivi principali dei marketer B2B. 

Negli ultimi due anni il Covid-19 ha influito in modo particolare sul settore degli eventi, portando alcune aziende ad orientarsi sugli eventi online ed altre a scegliere di ritardare o annullare del tutto le date. Rispetto a questo, anche i professionisti del marketing hanno dovuto adattarsi rapidamente al fatto che gli eventi di persona non sarebbero più stati sempre disponibili per generare lead.  

Tra le contromisure adottate per rispondere al cambiamento, i social media sono emersi come un importante canale di lead generation. Molti marketer sono infatti sempre più impegnati nello studio di strategie mirate di SMM attraverso cui poter comunicare a target personalizzati in modo rapido ed efficace.   

Diverse piattaforme oggi offrono strumenti di targeting con livelli di dettaglio molto precisi, in modo da poter gestire strategie complesse e fornire contenuti di nicchia a un pubblico specifico. Affidarsi a questi strumenti non potrà che generare ottimi risultati.  

 

La pandemia ha completamente modificato il modo di comunicare, soprattutto nel B2B. In questo podcast Camilla Menozzi, Marketing Manager, ed Erica Maccieri, Digital Strategist e Copywriter di Polo Digitale, spiegano come le aziende hanno saputo evolversi negli ultimi mesi.

 

3. Psicologia e tecnologia per coinvolgere meglio 

Applicare il neuromarketing alle proprie strategie permette ai marketer B2B di interpretare la psicologia individuale dei principali acquirenti e decisori.  

Questa tipologia di marketing basata sullo studio delle persone e sulla capacità di concentrarsi sulle esigenze, sui desideri e sugli interessi particolari del pubblico di destinazione, consente di generare annunci e contenuti sempre più pertinenti ed efficaci.  

Integrare il neuromarketing alla tecnologia all'avanguardia basata sull’intelligenza artificiale, aiuterà a raggiungere più potenziali clienti e ridurre la quantità di tempo che li separa da ciò di cui sono in cerca. 

 

4. Contenuti di qualità come indicatore di fiducia  

Piattaforme, blog e creative content sono diventati strumenti preziosi anche per il marketing B2B. 

Gli acquirenti guardano sempre più ai contenuti originali di un'azienda quando prendono decisioni di acquisto, perché questi trasmettono la conoscenza e l’esperienza dell’azienda stessa, diventando un vero e proprio indicatore di fiducia. Per questa ragione, la semplice scrittura di post per generare traffico e lead non è più sufficiente.  

Le informazioni devono essere di alta qualità per incoraggiare gli acquirenti a indagare ulteriormente sul marchio o a mettersi in contatto con il team di vendita dell'azienda. Diventa dunque fondamentale mettere in piedi strategie di content marketing per fornire informazioni di valore e in linea con gli interessi degli acquirenti B2B.  

Come cambierà il marketing B2B nel corso di quest’anno resta una domanda ancora aperta, ma la necessità delle aziende di adattarsi ad un mercato in cui i clienti sono più interessati ai canali digitali e ai contenuti personalizzati continua ad essere una certezza.  

 

Sei preparato per affrontare i cambiamenti imminenti? Contattaci e ti aiuteremo a trovare la soluzione più efficace per allineare il tuo business al tuo target di riferimento.