FFH, holding che detiene il brand Il Polo Digitale, continua nel suo trend positivo.
Aumentano le performance e nessun impiego di ammortizzatori sociali per i suoi 70 dipendenti. Nuovi investimenti in Toscana.

Tempo di Covid-19, tempo di crisi, ma anche tempo di digital transformation. E in quest’ottica, il gruppo reggiano rappresentato dal brand Il Polo Digitale continua nel suo percorso di crescita. Un dato su tutti. Seven IT, Matrix Media, Cyberland e Marte 5 (le quattro aziende il cui capitale sociale è detenuto dalla holding FFH titolare del brand Il Polo Digitale) non hanno richiesto ammortizzatori sociali e nessun dipendente (70 in totale) è stato indirizzato verso l’istituto della cassa integrazione.

“Siamo orgogliosi di questo _ spiega Nicola Boni CEO di FFH _ perché siamo riusciti a continuare il nostro percorso senza aderire ad alcuna forma di sostegno. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, la semestrale ha poi confermato una crescita del 21% di Seven IT, del 16% di Matrix Media e del 10% sia di Cyberland sia di Marte 5. Siamo consapevoli che l’autunno ormai alle porte sarà probabilmente il momento più delicato post Covid-19, ma siamo altrettanto pronti per affrontare le sfide che ci saranno proposte”.

In quest’ottica di continua crescita Il Polo Digitale ha poi acquisito l’intero capitale sociale di Marte 5, azienda specializzata in progetti immersivi con base operativa a Cecina. L’operazione si è conclusa con il passaggio del 20% rilevato da Antonio Laudazi che ha lasciato l’incarico da amministratore.

“Siamo soddisfatti per aver portato a termine questa operazione _ continua Nicola Boni _ che ci permette di dare seguito al progetto di evoluzione de Il Polo Digitale anche in termini territoriali con il nostro consolidamento in Toscana. Nel nostro modello, nella nostra vision, è giunto il momento di dare un’accelerata all’espansione territoriale nell’ottica di ampliare il mercato ed esportare la nostra modalità di approcciare il mondo del business in un momento così importante nell’ambito della digital transformation”.

Contestualmente all’acquisto dell’intero capitale sociale, la holding FFH ha anche ridisegnato il consiglio di amministrazione di Marte 5. Nel ruolo di amministratore delegato è stato nominato Carmine Caliendo, che sarà coadiuvato da Nicola Boni, già amministratore delegato della holding e di Seven IT, e da Marco Martignoni, già amministratore delegato di Matrix Media.

“Con questa operazione _ conclude Boni _ si conferma la nostra ferma volontà di investire in Toscana. Nei prossimi mesi ci saranno ulteriori sviluppi che consolideranno la nostra presenza in un territorio che inizia a vederci come protagonisti a fianco le aziende che hanno deciso di scegliere il modello de Il Polo Digitale”.

Altre notizie dal Polo Digitale